sete di conoscenza

il Blog di Chiarella

Mio figlio non beve quanto dovrebbe: come posso stimolarlo?

Molto spesso i bimbi bevono poca acqua, soprattutto in inverno, e soltanto quando sono obbligati a farlo dalle mamme e dai papà. Eppure, bere a sufficienza non è una regola valida soltanto per gli adulti, ma anche per i più piccoli, che esattamente come ogni altro essere vivente necessitano del giusto quantitativo di acqua. Ma allora come fare per convincere i bambini a bere di più? Alcune mamme hanno deciso di offrire i loro consigli, provenienti dalle esperienze passate: ecco alcuni trucchi che consentiranno ai bimbi molto piccoli di bere a sufficienza, soprattutto in caso di febbre e diarrea. Se i suggerimenti degli esperti sono generici e riguardano i benefici dell’acqua, quelli delle mamme vanno molto più nello specifico e risultano anche piuttosto originali. E Acqua Chiarella, l’acqua che sgorga dalle fonti del Lago di Como, intende offrire il suo supporto a tutte le neo-mamme. Qualche esempio? C’è chi suggerisce di utilizzare una siringa privata dell’ago e di sparare direttamente l’acqua nella bocca dei bambini. Per loro sarà un gioco e il trucco potrebbe risultare molto utile.

Ma c’è anche chi alla siringa associa lo zucchero, in modo da offrire uno stimolo in più al piccolo. Cospargendo la punta della siringa con un po’ di zucchero o di miele, infatti, sarà più facile fargli deglutire l’acqua. Qualora al bimbo non piacesse il sapore neutro dell’acqua, potrebbe essere utile offrirgli della camomilla. Quest’ultima ha un buon sapore, molto delicato ed inoltre stimola il sonno e rilassa: tale rimedio potrebbe fare al caso soprattutto delle mamme chiamate a fare i conti con bambini irrequieti e dal sonno leggero. Esistono alcune tisane a base di camomilla o finocchio commercializzate dalle aziende di prodotti per l’infanzia più note. Un altro rimedio utile potrebbe essere la cannuccia, spesso apprezzata dai più piccoli, i quali si divertono molto a bere di più attraverso tali supporti, meglio se colorati o decorati. In caso di diarrea e febbre, inoltre, potrebbe essere utile diluire il latte con dell’acqua, in modo da abbassare la quota proteica del latte aumentando i liquidi.

Esistono altri rimedi con cui sostituire l’acqua ed uno di questi è rappresentato dai succhi di frutta, particolarmente amati dai più piccoli. Tuttavia, sarà opportuno acquistarne di adatti a loro e possibilmente privi di zuccheri aggiunti. Particolarmente consigliati i succhi di frutta biologici, che oltre a dissetare e a tenere idratato il bambino, fanno bene alla salute, essendo ricchi di vitamine e sali minerali. Il sapore dei loro frutti preferiti sarà sicuramente uno stimolo a bere di più e a idratarsi meglio. Infine, c’è da riflettere sull’effettiva necessità di far bere tanta acqua ai pargoli. I bimbi in fasce, infatti, assumono buona parte dei liquidi necessari ad assicurargli un’idratazione sufficiente attraverso il latte, pertanto forzarli eccessivamente a bere quando non ne hanno voglia potrebbe essere inutile. Un discorso a parte va fatto quando i bimbi sono colti da diarrea: in quel caso l’acqua servirà a restituir loro i liquidi perduti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *