sete di conoscenza

il Blog di Chiarella

Mandello del Lario: uno splendido borgo da scoprire

Paesino sulla sponda orientale del lago di Como, Mandello del Lario è una perla rara, di quelle che rimangono nel cuore e nella mente di chi la visita. Posta proprio ai piedi della montagna dalla quale nasce l’acqua Chiarella, è una piccola realtà che condivide con lei la limpidezza e la purezza. Mandello del Lario è infatti un paesino vero, di origini antiche (1600 circa quelle accertate), con casette tradizionali e coloratissime, per un susseguirsi di emozioni e sensazioni davvero fuori dal comune. Sulla storia di questo paese si sono fatte le più disparate congetture, dalla derivazione celtica dei Mandubii fino al legame con la gens latina Mandela, ma di certo fino ad ora c’è solo il ritrovamento di un’antica stele di marmo nei pressi di Abbadia Lariana (un tempo sotto il territorio di Mandello) in cui si recita in mandellese il nome Amandus: un chiaro richiamo all’antroponimo latino.

I turisti in questa zona hanno una miriade di attrazioni: dai monumenti religiosi a quelli civili, passando per eventi mondani e sagre enogastronomiche. Insomma, un borgo che ha saputo sfruttare le sue ricchezze. Agli amanti della natura e delle passeggiate, Mandello del Lario regala sentieri di ogni lunghezza e di ogni difficoltà. Un sentiero degno di nota è quello che porta fin su alla chiesetta dei partigiani di Prada passando per la località di Acqua Bianca: da qui, lungo una mulattiera ben tenuta e con poco dislivello, si può accedere alla grotta Ferrera, una grotta costituita da un’unica grande sala dal cui soffitto cade un ruscello formando una cascata sotterranea. Al termine della mulattiera si arriva poi alla chiesetta dei partigiani: la porta d’ingresso, Porta Prada, è costituita da un suggestivo arco di roccia.

Per chi invece non ama particolarmente avventurarsi nella natura, il borgo è sicuramente un posto da girare in lungo ed in largo. Vicoli, strade, monumenti, cortili e cantine: sono loro i protagonisti della vita di Mandello del Lario. Adagiato proprio sulle sponde del lago di Como, su una stretta penisola, gode di splendide viste sul panorama comasco, con tramonti da mozzare il fiato. La vita mondana è poi ricca di innumerevoli eventi: da Gennaio a Dicembre, tutti i vicoli si animano di turisti, feste ed allegria. A maggio per esempio parte la rassegna enogastronomica ‘Le cantine’, con assaggi di rinomati vini e oli del Lario; a Giugno la festa dell’Avis ‘Donare in festa’; a Luglio la festa degli alpini (‘Alpini in festa’) e la traversata del lago per passare tre giorni in allegria; a Settembre il festival ‘Sonica’, concerti rock per coinvolgere anche i turisti più giovani. E così per tutto il resto dell’anno. Infine, a riprova del fatto che Mandello del Lario offre a chiunque la propria attrattiva, anche gli amanti dei motori e dell’ingegneria possono qui trovare ciò che cercano: il borgo è infatti dal 1921 sede dell’intramontabile marchio motociclistico italiano e mondiale Moto Guzzi. Visite guidate e musei dedicati sono così disponibili per tutti quelli che desiderano avventurarsi nel mondo delle due ruote. Il museo, proprio all’interno dello sede produttiva, è ad ingresso libero con visite guidate tutti i pomeriggi di apertura dello stabilimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *