sete di conoscenza

il Blog di Chiarella

4 motivi per cui dovremmo dire ‘grazie’ ogni giorno all’acqua

È risaputo come l’acqua sia la principale componente del nostro corpo e come la vita non sarebbe possibile in assenza di questo elemento; si tratta di una molecola costituita da due atomi di idrogeno e da uno di ossigeno, la cui formula chimica è H2O.
L’acqua introduce all’interno di ogni cellula tutti gli elementi di cui essa ha bisogno per vivere e successivamente allontana i prodotti catabolici che devono essere eliminati.
Rappresenta quindi il mezzo di trasporto per ogni molecola che deve entrare ed uscire dalle cellule, consentendo in tal modo la loro sopravvivenza. I quattro principali motivi per cui dovremmo ogni giorno dire “grazie” all’acqua sono i seguenti.

Una delle più importanti proprietà dell’acqua è quella di fungere da solvente per moltissime sostanze; in primo luogo i carboidrati (zuccheri) che si sciolgono con estrema facilità in ambiente acquoso e che pertanto vengono agevolmente trasportati all’interno del nostro organismo.
Anche le proteine ed i loro componenti, gli aminoacidi, trovano un substrato ottimale sciogliendosi in acqua, così come i minerali ed alcune vitamine (idrosolubili).
Per quanto riguarda i lipidi, che non sono idrosolubili, il loro trasporto si realizza mediante proteine solubili in acqua.
Quindi questa sostanza può essere giustamente definita come un “solvente universale”.

Molte molecole derivanti dai processi di demolizione metabolica (catabolismo organico) vengono veicolate verso l’esterno per poi essere eliminate sempre tramite l’acqua.
Questa funzione depurativa è indispensabile per mantenere in buona salute l’organismo in quanto un eventuale accumulo di sostanze di rifiuto può provocare fenomeni tossici.
Tale attività depurativa viene realizzata tramite la funzionalità renale che produce l’urina, contenente le scorie da eliminare sciolte in acqua.
Qualora il rene non funzioni correttamente, la sua azione filtrante sul sangue si altera e di conseguenza le tossine possono accumularsi.
Generalmente, aumentando la quantità di acqua introdotta con la dieta, è possibile minimizzare le conseguenze di un’alterata attività renale e scongiurare problemi pericolosi per la salute.

Per la sua struttura chimica, l’acqua funziona come lubrificante per molti organi, minimizzando le forze d’attrito che possono formarsi in seguito a sfregamento tra tessuti contigui.
Tale situazione è particolarmente evidente a livello delle articolazioni, dove il liquido sinoviale (costituito da un’elevata percentuale di acqua) agisce da cuscinetto protettivo.
Anche all’interno dell’occhio (umor acqueo), nel tessuto nervoso (liquido cerebro-spinale), nell’utero gravido (liquido amniotico), l’acqua svolge un ruolo vitale.
Tutti i tessuti rivestiti da muco, come gli alveoli polmonari e le pareti dell’intestino, hanno assoluto bisogno dell’acqua per poter espletare le proprie funzioni.

Per assicurare la corretta omeostasi (regolazione della temperatura corporea), il nostro corpo ha assoluta necessità dell’acqua; infatti il sudore, prodotto quando è necessario eliminare il calore, contiene un’elevata percentuale acquosa.
Venendo emesso dalla pelle, il sudore evapora dissipando in tal modo l’energia termica in eccesso e contribuendo a riportare a valori fisiologici la temperatura corporea.

Da quanto esposto è facilmente intuibile l’importanza di introdurre nell’organismo quantità adeguate di acqua, ponendo particolare attenzione alla sua composizione. Non tutti i prodotti reperibili in commercio infatti, garantiscono caratteristiche benefiche per la salute; sicuramente, tra le migliori opzioni sul mercato, spicca Acqua Chiarella, che è un’acqua oligominerale di elevata qualità, che sgorga da sorgenti incontaminate delle montagne intorno a Como.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *