sete di conoscenza

il Blog di Chiarella

Como in Autunno: i borghi più suggestivi da visitare

La città di Como in autunno offre numerosi borghi di grande suggestione, ideali per una gita fuori porta nel periodo autunnale. Ossuccio ed il suo Sacro Monte costituiscono una delle idee più suggestive in assoluto. Più che un borgo, Ossuccio è un insieme di pievi e frazioni adagiate in una baia, ideale per una passeggiata che possa far luce sulla storia di queste terre. L’insediamento originario risale all’epoca pre-romana, mentre le chiese e le torri al basso medioevo. Ma il gioiello dell’area è senza dubbio il Sacro Monte, che si erge al di sopra dell’abitato: una lunga passeggiata che fa visita alle varie cappelle situate lungo il percorso e che conduce fino al Santuario della Beata Vergine del Soccorso. Da Ossuccio è possibile anche spostarsi in barca verso la dirimpettaia Isola di Comacina, anch’essa sede di antichi edifici e per lunghi secoli rifugio di sovrani e nobili in fuga dalle invasioni. Da non perdere gli orti e i giardini di Ossuccio che, grazie al particolare microclima di questa sponda del lago, crescono rigogliosi ed ospitano numerose essenze rare.

Un altro borgo fantastico è Torno, adagiato sulla riva orientale del Lario. Imperdibile l’antico porticciolo sul quale affacciano la chiesa parrocchiale dedicata a Santa Tecla e la piazza centrale. Torno sorge ad una manciata di chilometri dal capoluogo ed è celebre soprattutto per le importanti attività tessili datate ai secoli XIV e XV, quando la produzione di arazzi conobbe un successo incredibile, tanto che i prodotti realizzati in loco venivano esportati anche in Germania. A pochi passi dal centro si erge villa Pliniana, dimora storica fra le più importanti e suggestive del lago di Como. Colpiscono soprattutto la sua facciata a picco sulle acque e l’elegantissimo portico che ospita un’imponente statua di Nettuno. Il centro di Torno è circondato da un dedalo di sentieri, che si dipanano fra faggete, boschi di castagno, fonti e torrenti. A pochi chilometri da qui nasce anche una delle acque più apprezzate del luogo, Acqua Chiarella. Chi ad una gita in barca preferisce una passeggiata nei boschi deve raggiungere Piazzaga e Montepiatto, la zona montana posta al di sopra del borgo, oppure propendere per una visita presso il santuario di Santa Elisabetta di Montepiatto o alla vicina chiesa di San Giovanni.

Situato su una modesta altura che domina il Lago di Como, Menaggio è una delle località più belle e frequentate della zona. Ricco di alberghi ed impreziosito da un porticciolo particolarmente trafficato, il centro comasco sorge in un’area meravigliosa, immerso com’è in una vegetazione rigogliosa e contornato di fantastici parchi e giardini. Il cuore pulsante del borgo è costituito da via Calvi, ricca di negozietti e graziosissimi ristoranti, mentre il principale centro religioso è la chiesa di Santo Stefano, situata in via IV Novembre. Inaugurato nel 1699, l’edificio sacro è dotato di tre navate ed è affiancato da un bel campanile che domina tutto il centro storico. Menaggio è l’ideale per chi vuol trascorre una giornata in una località piacevole e lontana dal caos delle grandi città, ma anche dotata di quel fascino chic che non guasta mai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *