sete di conoscenza

il Blog di Chiarella

Bere acqua in più si può, con questi 10 trucchetti

L’idratazione del nostro corpo è un elemento essenziale per il nostro benessere sia fisico sia mentale.
Eppure, gli impegni giornalieri e lo stress lavorativo ci portano a dimenticare di assumere la nostra razione quotidiana di acqua.
In questo articolo vi insegneremo 10 semplici trucchetti per bere acqua in più durante la giornata.

Una prima idea può essere quella di aggiungere del sapore all’acqua. Infatti, in molte nazioni europee, l’acqua viene già venduta aromatizzata per aggiungere quel tocco in più che la renda appetibile e rinfrescante.
Una classica aggiunta è quella del limone, senza dimenticare la possibilità di aggiungere foglie di menta.
Da non dimenticare che esistono molti cibi, in particolare la frutta e la verdura, che sono composti prevalentemente di acqua. Nella nostra tavola non potranno quindi mancare anguria, melone, cetrioli e pomodori, ma in generale tutta la frutta e la verdura ci aiuta nella nostra battaglia per raggiungere una corretta idratazione.
Si possono poi installare delle app che sono state create per controllare quanta acqua assumiamo durante la giornata. In generale molte app sull’apporto calorico sono dotate di questa funzione, una specifica per l’acqua è Water Minder che ci permette di memorizzare una cronologia completa della nostra idratazione quotidiana.
Un altro trucchetto sin troppo classico è quello di portare con sè una bottiglietta d’acqua da 500 ml. Sta bene nel borsello o nella borsa ed è un ottimo promemoria per assumere la nostra dose giornaliera di questo prezioso liquido.
Un altro ausilio tecnologico ci viene dato dall’inserire nel nostro smartphone dei timer o delle sveglie che ci ricordino costantemente di bere acqua. Anche dei classici post it sparsi nei luoghi che frequentiamo spesso ci può ricordare il nostro dovere!

L’automotivazione può essere un valido aiuto quando dobbiamo raggiungere un obbiettivo che concerne la nostra salute e il nostro benessere. Se inseriamo una corretta idratazione fra questi obbiettivi saremo già a metà dell’opera.
La pausa acqua può sostituire o integrare la pausa caffè (nota sostanza disidratante). Quando lavoriamo in un ufficio infatti possiamo combinare la classica pausa caffè a un bel bicchierone d’acqua di almeno 200-250 ml, torneremo a lavoro con maggiore concentrazione e anche maggiore idratazione.
Ritualizzare il consumo di acqua è un altro valido trucchetto che ci aiuterà a raggiungere il nostro obbiettivo. Bere acqua appena svegli, durante o dopo i pasti, poco prima di andare a dormire sono tutti validi aiuti per una vita più salubre e per raggiungere una idratazione ideale.
Se inseriamo nella nostra alimentazione spremute di arancia o limone o delle saporite minestre o vellutate, la nostra idratazione ne riceverà dei benefici. Da non dimenticare che questo tipo di alimenti tendono a saziare e quindi a ridurre l’apporto calorico durante la giornata.
Un’ultima indicazione è quella di acquistare delle bottiglie o bottigliette d’acqua dall’aspetto estetico accattivante. Sembrerà banale ma anche questo aiuta. Fra i design di bottiglie d’acqua più piacevoli non sono da dimenticare quelli proposti dall’acqua Chiarella con il suo innovativo formato da 0,66 che, oltre all’estetica, offre un prodotto dal gusto interessante con proprietà organolettiche che tutelano e migliorano la nostra salute attraverso una corretta idratazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *