sete di conoscenza

il Blog di Chiarella

Pelle Secca in Inverno: aiutati...bevendo! Chiarella e Fly Cycling Team: una Squadra Imbattibile

Cos’è l’Acqua Grezza e perché il suo consumo è potenzialmente pericoloso

Un gruppo di imprenditori e startup statunitensi ha iniziato a commercializzare una nuova tipologia di acqua. O meglio, un tipo di acqua che già conosciamo: nota con il nome di “acqua grezza“, altro non è che acqua di sorgente non trattata, non filtrata e non sterilizzata. In altre parole, si tratta di acqua priva di interventi e proveniente dalle sorgenti più disparate, senza alcuna selezione preventiva e, soprattutto, senza nessun controllo sanitario. Uno dei primissimi articoli che hanno raccontato la tendenza è stato pubblicato dal New York Times a dicembre, quindi ne sono seguiti altri: nessuno di questi, tuttavia, ha descritto le dimensioni di un fenomeno in continua espansione e che ha già fatto presa su molti consumatori. Quel che è sicuro è che le startup che hanno avviato il processo stanno raccogliendo numerosi finanziamenti. Chi sostiene l’acqua grezza fa leva sul fatto che sia le acque in bottiglia che quelle di rubinetto siano ricche di sostanze dannose e che, al contempo, siano prive dei minerali utili alla salute umana.

Chi crede a questa teoria, punta l’indice contro l’aggiunta indiscriminata di fluoruri negli acquedotti. Oltre a quanto detto, i sostenitori delle acque di sorgente criticano anche l’abitudine a trattare le acque in bottiglia con luci ultraviolette e ozono, capaci di rimuovere tutte le sostanze benefiche, tra cui i cosiddetti probiotici. Al momento, pare che non esista alcuna prova scientifica che sostenga la veridicità di queste teorie. La moda legata al consumo di acqua grezza, spiega il New York Times, fa seguito ad altre tendenze alimentari consolidate, ma quasi sempre basate su teorie antiscientifiche, prima tra tutte il crudismo. Il fondatore di “Live Water“, una delle società che vende acqua grezza, ha più volte affermato la sua certezza riguardo al fatto che le acque pubbliche siano avvelenate: clorammine e fluoruri sono farmaci che possono nuocere gravemente ai denti e al cervello, ha spiegato Mukhande Singh. Le prove scientifiche in merito sostengono l’esatto contrario, ovvero che i suddetti farmaci sortiscono benefici sulla salute dei denti.

Tra le sostanze rilevate nell’acqua grezza figurano l’arsenico e diversi batteri, alcuni dei quali potenzialmente mortali. Dal momento in cui si è cominciato ad impiegare il cloro per trattare l’acqua di sorgente, i casi di dissenteria sono diminuiti drasticamente. Un’altra delle aziende che commercializzano acqua grezza è “Zero Mass Water“, che ha ideato un impianto da installare sui tetti il quale raccoglie l’umidità e la filtra, producendo qualcosa come dieci litri d’acqua al giorno. Alla base di questa moda pare esserci soprattutto gente che viene da esperienze cospirazioniste e complottiste, esattamente come le comunità salutiste e new age che riscuotono sempre più successo. Fra i pareri dei consumatori di acqua grezza riportati dal New York Times figura quello di Vanessa Kuemmerle, di professione designer, che sostiene di aver notato miglioramenti sulla sua pelle. Quel che è certo è che il sistema di prevenzione e monitoraggio delle acque in Italia è molto fiscale: motivo più che buono per fidarsi della purezza delle acque in bottiglia italiane. Acqua Chiarella ne è un esempio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *